mercoledì 20 luglio 2016

Spaghetti alla San Giuvannidd

Spaghetti alla San Giuvannidd
(Spaghetti di San Giovanniello), un primo della tradizione barese preparato con ingredienti poveri e genuini, che troneggia nelle tavolate improvvisate di mezzanotte o magari un pranzetto veloce al mezzodì.
Ne esistono diverse versioni, quelle con le linguine, con i cicatelli, con o senza olive ed acciughe, ma bastano un pò d'olio, due spaghi, una manciata di capperi e del pomodoro (ideali quelli ciliegini) per regalare al palato un momento di piacere.
La ricetta base prevede:
olio,
1 spicchio d'aglio,
prezzemolo,
sale,
spaghetti,
capperi
 pomodori pachino o della salsa di pomodoro fatta in casa
ma, se in casa non vi mancano acciughe, peperoncino ed olive nere, potete provare ad insaporirla ulteriormente.
Lasciate rosolare in padella con dell'olio, uno spicchio d'aglio. Quando l'aglio sarà appena dorato aggiungete i ciliegini tagliati a metà, un cucchiaio di capperi, una manciata di olive nere snocciolate,  acciughe dissalate, un peperoncino spezzettato ed un ciuffo di prezzemolo. Aggiungete sale quanto basta e mentre in una casseruola a parte lasciate bollire gli spaghetti, provvedete a schiacciare i pomodori pachino lasciandoli cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti. Aggiungete al sugo così preparato un pò di acqua dalla cottura degli spaghetti ( potrebbe essre non necessario se usate la salsa, perchè dipende dal tipo di salsa che fate) e, se ne gradite solo l'odore, ricordatevi di togliere lo spicchio d'aglio se non vi piace.
Quando gli spaghetti saranno pronti sgocciolateli e lasciateli insaporire saltandoli nella padella con gli altri ingredienti.
A questo punto serviteli in tavola ed accompagnateli con del buon vino rosso.
Buon appetito da Rocco Michele Renna

Nessun commento:

Posta un commento