martedì 12 agosto 2014

caviale dei poveri

la Sardella il cosiddetto "caviale dei poveri": bianchetto (neonata di sardine) salato e pepato con polvere di peperoncino rosso dolce o piccante, ricavandone una crema particolarmente speciale;
La sardella calabrese è davvero una specialità per buongustai. Caviale del sud, sardella, rosamarina, nannata, grigetto, sono tutti nomi che indicano la stessa specialità gastronomica: una saporitissima pasta da spalmare a base di neonate di alici, peperoncino rosso, olio d'oliva. Ottima come antipasto sul pane abbrustolito o come condimento per gli spaghetti. io l'ho assaggiata in una trattoria di Longobucco e devo dire che era squisita, forse poco piccante , per me, per altri no



RICETTA: MUSTICA - SARDELLA DI CRUCOLI -

Ingredienti:
sardella (bianchetto, sardelline neonate) Kg. 1
- sale gr. 250
- peperoncino piccante (abbondantissimo)
- semi di finocchio

----PROCEDIMENTO: Mettete la sardella sotto sale, pressata, in vasi: lasciatela stagionare per alcuni mesi. Quando sarà matura, mettetela sul tagliere, unite abbondantissimo peperoncino rosso piccante e semi di finocchio: impastate come si fa per il pane e conservate in vasi chiusi. E' la base di salse piccantissime, di cui la più celebre è il caviale di Crucoli .



________________________________________________________________________________
 
RICETTA: "COGNETTI" DI ROSAMARINA -

Ingredienti:
1kg. di pesce bianchetto o sardella
- 100 gr. di sale
- 100 gr. di peperoncino rosso piccante macinato
- 100 gr. di peperoncino rosso dolce macinato
- 1 mazzetto di finocchio selvatico

-------- Preparazione: Lavate bene la sardella sotto l'acqua corrente poi mettetela a scolare in un colapasta. Fatela sgocciolare bene. Mescolate i due tipi di peperoncino rosso macinato. In una terrina mettete sul fondo un poco di sale e di peperoncino, coprite con una parte di sardella e sopra rimettete ancora sale e peperoncino: continuate così ,a strati, fino ad esaurimento degli ingredienti. Coprite, metteteci un peso sopra e lasciate macerare per almeno due giorni, poi mescolate bene tutti gli ingredienti e rimettete, la sardella condita, nello scolapasta a perdere il residuo di salamoia. Lavate ed asciugate bene un barattolo, versate dentro la sardella e copritela con olo d'oliva. Tenetela in frigorifero se la cosumate subito. Se invece, volete conservarla a lungo, mettetela in un barattolo a chiusura ermetica, poi avvolgetelo in un telo e fatelo bollire, coperto d'acqua, per dieci minuti. Lasciatelo raffreddare nella stessa pentola della bollitura poi, svolgetelo, asciugatelo e riponetelo in un luogo fresco.

Nessun commento:

Posta un commento